Notizie

Questa sezione vuole essere un punto di riferimento per lo stato di avanzamento del progetto e per tutte le attivi

-        News: dove vengono raccolte tutte le ultime notizie direttamente o indirettamente collegate alle attività di progetto;

-        Newsletter: dove sono periodicamente pubblicate tutte informazioni relative all’avanzamento delle attività di progetto, attraverso la redazione di una newsletter prevista dall’Azione E6.  E’ inoltre possibile iscriversi in modo da ricevere per mail la newsletter.

Registrati alla Newsletter

Privacy Policy

Giornate formative con gli studenti francesi

Il cantiere di costruzione della scala di risalita per pesci presso la Centrale ENEL  GP di  Isola Serafini a Monticelli d’Ongina (PC) ha ospitato, nei primi giorni di dicembre 2015, un gruppo di studenti francesi, nell’ambito di un gemellaggio transfrontaliero tra l'Ente Scuola Edile italiano di Piacenza  e il corrispondente Istituto francese.

Molto interessante il confronto e lo scambio di esperienze  con professori e studenti e grande apprezzamento delle opere in cantiere.

 

 

 

Storione da record pescato nel Po

BORETTO. Era lungo circa due metri e pesava tra i 60 e gli 80 chili lo storione cobice pescato ieri nelle acque del Po da Yuri Grisendi, esperto pescatore di Cavriago e originario di Barco di Bibbiano. L'uomo, grande conoscitore del Po e spesso protagonista di trasferte all'estero nei fiumi più importanti, lunedì si trovava nelle acque mantovane nel fiume, impegnato come spesso succede nella pesca al siluro.

A bordo di una barca specificamente utilizzata per catturare siluri (e poi rilasciarli), ha improvvisamente sentito un forte strattone alla lenza e, al momento di tirare a bordo il pesce, si è accorto che non si trattava della "solita" preda ma di uno splendido storione, lungo circa due metri. Sorpreso e soddisfatto di questo incontro ravvicinato, Grisendi – grazie all'aiuto di un amico che vive nelle vicinanze – ha scattato qualche foto per immortalare lo storione e, nel giro di un paio di minuti, lo ha gradualmente rimesso in acqua: una manovra delicata per non traumatizzare il grosso pesce e fargli riprendere confidenza con il suo ambiente naturale, nel quale poi ha continuato a nuotare.

leggi su Gazzetta di Reggio

Log-in





Il sito è realizzato con il contributo dello strumento finanziario LIFE della Comunità Europea.