Newsletter 7 30 aprile 2015

 

21 maggio Giornata europea di RETE NATURA 2000

 CONFLUPO incontra gli altri progetti LIFE per parlare di conservazione delle specie e degli ecosistemi fluviali

 Attivare sinergie, agire a livello di sistema, amplificare le positive ricadute dei singoli progetti sui siti di Rete Natura 2000 sono tra i principali obiettivi dei progetti Life.

Nel progetto CONFLUPO questo obbiettivo si integra con un altro obbiettivo primario, quello di arrivare a una gestione condivisa e coordinata delle attività legate alla conservazione dell'ecosistema del corridoio fluviale del fiume Po, come previsto dalla specifica Azione F3 in carico all’Autorità di bacino del Fiume Po (AdbPo).

Per questo motivo i partner dei LIFE CONFLUPO, in collaborazione con quelli del LIFE BARBIE. promuovono il prossimo 21 maggio - giornata europea di celebrazione della Rete Natura 2000 - uno scambio di buone pratiche tra i progetti Life focalizzati sulla conservazione di specie ed ecosistemi fluviali.

Il tutto avverrà in un incontro di lavoro che si terrà presso la sede del Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale di Corte Giarola - Collecchio (PR) – al quale, per ora, ben 6 rappresentanti di progetti Life in corso o appena conclusi hanno assicurato partecipazione.

Lo scopo dell’incontro non è solo quello di favorire un reciproco scambio di informazioni sulle diverse attività di progetto, ma sopratutto quello di arrivare alla creazione di un network permanente su tematiche comuni e condivise di supporto ad una corretta gestione del ecosistema fluviale del Po.

Nella prossima newsletter daremo un ampio resoconto di quanto emerso da questo importante incontro.

 

12 maggio - CONFLUPO viene presentato nelle giornate di informazione sul Piano di Gestione del distretto idrografico del fiume Po

 Uno degli aspetti maggiormente innovativi della Direttiva Quadro Acque riguarda la necessità che nei corpi idrici si raggiunga un buono stato di qualità ambientale complessivo, che non sia limitato alla sola risorsa idrica ma ne comprenda anche le caratteristiche geomorfologiche, gli habitat naturali e le relative funzioni ecosistemiche.

Si tratta quindi di riconoscere anche alle diverse specie vegetali ed animali che popolano i corsi d’acqua un “diritto di uso” che garantisca nel tempo la loro conservazione, in quanto componenti essenziali del capitale naturale necessario per la sopravvivenza di noi tutti.

Per tale motivo gli usi ambientali riguardano una delle questioni più delicate da affrontare in sede di riesame e aggiornamento del piano di gestione.

Una particolare attenzione deve essere quindi dedicata a quei siti di Rete Natura 2000 che sono maggiormente connessi ai corpi idrici e sono condizionati dalla qualità dei corpi idrici stessi.

In questa giornata si parlerà anche di Portata Ecologica e sarà l’occasione per presentare in anteprima nazionale le linee guida europee su questa tematica.

All’interno del ciclo di incontri di informazione pubblica previsti per il  secondo ciclo di pianificazione delle acque è stata quindi inserita una giornata dedicata agli usi ambientali, all’interno della quale verranno illustrati alcuni significativi progetti che si stanno realizzando con il cofinanziamento dei fondi LIFE per rispondere alla necessità di preservare e, ove possibile, riqualificare gli habitat fluviali.

Trattandosi del più importante intervento di riconnessione fluviale in corso nel bacino del Po, il LIFE CONFLUPO verrà illustrato a Parma, martedi 12 maggio nell’incontro con i portatori di interesse che partecipano alle attività di informazione e partecipazione dell’Autorità di bacino del fiume Po.

Log-in





Il sito è realizzato con il contributo dello strumento finanziario LIFE della Comunità Europea.