Autorità di bacino del fiume Po (AdbPo)

Fa parte del Comitato di Coordinamento e si occupa insieme alla Regione Lombardia ed Emilia Romagna della diffusione e messa in rete delle attività del Comitato in merito alla conservazione del corridoio fluviale del Po. Facendo parte del Gruppo di Studio per il Passaggio Pesci insieme con l'AIPO e la Provincia di Piacenza ha il ruolo di supervisione tecnica sulla progettazione degli interventi di ripristino della continuità del corridoio fluviale, del sistema di controllo e degli altri interventi infrastrutturali previsti.

Company Profile

L'Autorità di bacino, istituita in virtù della Legge 183/1989 "Norme per il riassetto organizzativo e funzionale della difesa del suolo", per consentire interventi di pianificazione integrata a scala di bacino ha il ruolo di rafforzare le funzioni di cooperazione, di coordinamento e di concertazione fra tutti gli organi istituzionali interessati alla salvaguardia e allo sviluppo del bacino padano. Il principale strumento di pianificazione e programmazione dell'Autorità è costituito dal Piano di Gestione del Distretto Idrografico del Fiume Po, elaborato ed adottato il 24 febbraio 2010, in ottemperanza di quanto prescritto nella Direttiva 2000/80 CE e delle competenze assegnate dalla normativa nazionale (D.Lgs 152/06 e smi) L'Autorità di bacino del fiume Po ha sede a Parma, ove si è insediata nell'autunno del 1990.

L'Autorità è un organismo misto, costituito da Stato e Regioni, che opera sull'intero bacino idrografico bacino del Po con le seguenti finalità:

• difesa idrogeologica e della rete idrografica;

• tutela della qualità dei corpi idrici;

• razionalizzazione dell'uso delle risorse idriche;

• regolamentazione dell'uso del territorio.

Log-in





Il sito è realizzato con il contributo dello strumento finanziario LIFE della Comunità Europea.